Follow my blog with Bloglovin Google+ - Back to SelfCouture

mercoledì 13 novembre 2013

PILLOWMANIA:IDEE SOFFICI PER UN REGALO NATALIZIO

PILLOWMANIA: Realizziamo dei cuscini per i regali di Natale



PILLOWMANIA; IDEE SOFFICI PER UN REGALO NATALIZIO:
CAT PILLOW SHABBY CHIC
KEEP CALM AND CALL SUPERMAN PILLOWS
OWL PILLOWS ; HIS AND HER

Voi avete già pensato cosa regalare a Natale? Io, visti i tempi magri che corrono, ho cominciato a darmi da fare per trovare delle idee regalo che potessi creare con le mie mani.
Tra le infinite possibilità creative, ho pensato che realizzare dei cuscini fosse una buona idea.
Non ho utilizzato soggetti natalizi ...perchè personalmente non mi piacciono i temi che costringono ad utilizzare un regalo solo un determinato periodo dell'anno.
Mi sono piuttosto ispirata ai vari trend che influenzano molti progetti di cucito presenti nel web....ho poi personalizzato i cuscini che ho creato aggiungendo un tocco personale.
Per il momento ho realizzato:
  1. un tris di gatti, aggiungendo dei cuori bordati ad uncinetto ricamati con un tvb;
  2. un tris di keep calm and ...aggiungendo call superman;
  3. una coppia di gufi, decorando i bordi e le ali con fettuccia frangiata.
Se creo dei cuscini mi piace farne più di uno, ognuno creato con delle piccole varianti rispetto al tema principale e comune, in modo che si possano abbinare tra loro.
Vediamo come realizzarli.

mercoledì 28 agosto 2013

MODIFICHE 101: COME AUMENTARE LA TAGLIA DEI VOSTRI JEANS PREFERITI

Il tutorial che vi propongo oggi è

Come aumentare la taglia dei vostri jeans preferiti 

how to enlarge a jeans at waistband

(in corrispondenza del punto vita).


Refashion Diy: Da una camicia di jeans ad una tunica con applicazioni in uncinetto

Salve ragazzi, dopo una lunga assenza, dovuta purtroppo ad impegni non solo sartoriali, torno a pubblicare un post che potrebbe esservi utile come ispirazione.
Scioccamente ho fotografato solo il risultato e quindi non potrò illustrarvi passo passo la realizzazione del mio refashion con delle foto.

Comunque mia sorella mi aveva regalato una camicia di jeans stile anni 80, con apertura a polo e le maniche a pipistrello...carina...ma un pò datata.

Ho voluto sfruttare il tessuto, IL DENIM che mi piace molto, accostandolo a delle applicazioni in uncinetto.



Istruzioni per il refashion

mercoledì 15 maggio 2013

REFASHION DIY: DA GIACCHETTO DI JEANS A SMANICATO DI TENDENZA



Ciao a tutti, oggi un post velocissimo, solo per mostrarvi la mia ultima opera di creatività...una fashion addicted mi aveva commissionato un REFASHION...Lo pubblico perchè magari potrebbe essere di ispirazione per qualcun altro.
Il lavoro ha implicato solo delle applicazioni in pizzo e il ricamo di perle. Ovviamente ho anche rimosso le maniche..
Ora devo andare, mi sto ispirando e preparando per il prossimo lunghissimo post...!

giovedì 9 maggio 2013

RAMMENDO 101: GUIDA ALLA RIPARAZIONE DEI TESSUTI ROVINATI


Il tempo della crisi ha portato tutto il mondo a rivisitare vecchi motti come MAKE DO AND MEND IT!
MAKE DO AND MEND IT! era la campagna di sensibilizzazione rivolta alle casalinghe del dopoguerra affinché ADOTTASSERO la filosofia del risparmio nella loro economia domestica.
Una buona e responsabile casalinga, spinta dalla necessità esistenziale di fare economia, non doveva "Buttare Via Niente" e in questa ottica cercava: di riparare gli indumenti danneggiati, anzichè comprarne di nuovi, di reciclare i tessuti riutilizzandoli con creatività, di impiegare i "rimedi della nonna" per recuperare o pulire qualcosa.



Il post di oggi è dedicato quindi al tema del RAMMENDO, perché oggi come e più di ieri, il tema del  RISPARMIO è MOLTO MOLTO SENTITO. 


domenica 28 aprile 2013

LINKY PARTY

 
 
 
 
Oggi leggendo un post di una mia cara amica, Nonna Peppa Carbone, ho deciso di aderire anche io a questa iniziativa di scambio link che ritengo essere splendida!
L'iniziativa è promossa dal Blog di Lola, andate a visitare il sito e cogliete anche voi questa opportunità di allargare la cerchia dei vostri followers anche all'estero!
 
Un abbraccio caloroso a tutti quanti!

domenica 14 aprile 2013

HANDMADE PLUS: COME DARE UN LOOK RIFINITO, CURATO E PROFESSIONALE ALLE TUE CREAZIONI




In America esistono due categorie : il cucito HANDMADE e quello HOMEMADE.
  • HANDMADE : il progetto è realizzato con precisione e cura nei dettagli, ha un aspetto rifinito , curato e professionale e quando lo vediamo...la prima domanda che facciamo è " dove l'hai comprato?".
  • HOMEMADE : il progetto è realizzato da mani ancora inesperte, ha un aspetto poco pulito, quasi sciatto, se mi consentite il termine, dovuto a un'immagine complessiva che ha quel qualcosa che proprio non ci convince...non sappiamo cosa..ma l'impressione è che sia il risultato di un "FAI DA TE IMPROVVISATO".
In Italia, che io sappia, queste due categorie non hanno una corrispondente definizione linguistica.

Però, per sapere se apparteniamo all'una o all'altra delle due categorie, ci poniamo una domanda:

 "MA QUALCUNO COMPREREBBE LE MIE CREAZIONI?"

giovedì 4 aprile 2013

Blogger we want you! Contest di Grazia.it


Per creare mi occorrono ispirazioni .

Su Grazia Fashion tendenze guardo le immagini e cerco quello che mi piacerebbe indossare, cerco la mia creatività stimolando l'immaginazione sfogliano le foto, mixando le idee.

Poi ho visto il contest creato da www.Grazia.it, Blogger we want you , e ho deciso di partecipare!


lunedì 25 marzo 2013

#SEWALONG MAGLIA INCROCIATA : PRENDERE LE MISURE

Eccoci ad una nuova puntata di #Sewalong.
Con la maglia incrociata ci eravamo lasciati con la scelta del tessuto e la scuola degli scampoli.
Bene ora avete scelto il modello ed il tessuto con il quale realizzarlo....il prossimo passo consiste nel prendere le misure.



#SEWALONG 1 : MAGLIA INCROCIATA- MODELLO 20 N° 148 DI MODELLINA


Tabella delle misure e Taglia 


La prima cosa che dovete fare è annotare le vostre misure, per scegliere la taglia corrispondente e tracciare il giusto cartamodello.



Download Pdf


giovedì 14 marzo 2013

Sewing tutorial:Una borsa per una piccola festeggiata! ( Ultima parte)

Buongiorno a tutti, oggi finirò il tutorial "Borsa per una piccola festeggiata".
Nella prima parte del tutorial avete scaricato il cartamodello, ritagliato le parti, decorato le parti prima di assemblarle.
Ora è il momento di assemblare il tutto.


LA CONFEZIONE DELLA BORSA

1) Applicate il rinforzo a tutti i pezzi del modello tranne che alle tasche.
Avendo scelto come tessuto per confezionare la borsa un jeans molto pesante, per rinforzare ho usato una teletta termoadesiva. 
Ma nessuno vi vieta di cucire alle parti un rinforzo più sostenuto che dia maggiore forma e rigidità alla vostra borsa.  

2) Cucite la tasca del pannello frontale.
  • Foderate le tasche.
    • Generalmente questa operazione si effettua appoggiando dritto contro dritto il tessuto esterno e quello della fodera , cucendo lungo tutto il perimetro lasciando una piccola apertura per rivoltare al dritto. In questo caso io ho cucito rovescio contro rovescio ed ho cucito lungo tutto il perimetro senza lasciare aperture. Questo perchè i margini esterni della tasca coincidono con quelli della borsa e quindi verranno nascosti all'interno e ricoperti con la fodera della borsa.
  • Ripiegate il bordo superiore della tasca due volte, lungo la linea di ripiegatura, ribattete sul dritto il margine ripiegato.
3) Allineate i margini della tasca ottenuta alla base della borsa e ai lati esterni, come indicato in figura, e cucite lungo i tre lati .





martedì 12 marzo 2013

Sewing Tutorial: Una borsa per una piccola festeggiata

Buonasera a tutte le mie care lettrici...Sono diversi giorni che non posto...mmmm..che ansia...devo dividere il mio tempo tra creazioni e voglia di condividere...
Vi aggiorno ...dunque in questi giorni sono stata impegnata a realizzare una borsetta per una bambina bellissima che festeggiava gli anni.
Una piccola fashion girl innamorata di hello kitty!

Ho visitato diversi link ed alla fine ho realizzato questa borsetta 



lunedì 25 febbraio 2013

Sewing tutorial: un grembiule per una Nail artist.


Salveee....oggi vi propongo un tutorial semplice semplice.
Questa settimana sono stata assente perché ogni tanto devo anche creare.
Si da il caso infatti che sia stata impegnata a realizzare un grembiule personalizzato.



Chi mi lo ha chiesto è una ragazza speciale, piena di talento, giovane, che sta cercando di ritagliarsi uno spazio nel mondo del lavoro combattendo la crisi che flagella il nostro paese con la voglia di fare, tenace, positiva, tirando fuori le "unghie" per affrontare mille ostacoli.
Le unghie le ha tirate fuori non solo letteralmente perché lei è una nail artist....cioè si occupa di ricostruzione unghie .


Ho fatto un giro del web insieme a lei per farmi dare qualche indicazione sul modello che desiderava.




lunedì 18 febbraio 2013

KREATTIVA: 4a EDIZIONE FATTI CONOSCERE!


Un salutino veloce veloce per dirvi che partecipo anche a questa edizione di Kreattiva: fatti conoscere su Kreattiva.

L'iniziativa mi ha permesso di conoscere un sacco di bloggers creative!

Il link è questo:
http://kreattiva.blogspot.com/2013/02/4-edizione-fatti-conoscere-su-kreattiva.html

giovedì 14 febbraio 2013

WONDERFUL SEWING LINKS: NEEDLE WORKS LES DERNIER CRI

Salve ragazze, ho deciso di inaugurare con questo post la  SERIE 


WONDERFUL SEWING LINKS:


in ogni post vi segnalerò il link di un blog o di un post che ritengo meravigliosamente utile per imparare a cucire!

La mia intenzione è di lasciare uno spazio a tutte quelle bloggers italiane che vogliono condividere la loro conoscenza on line, pubblicando:


  • lezioni di taglio e cucito;
  • lezioni di modellistica;
  • tutorials DIY ( DO IT YOURSELF - FAI DA TE );
  • argomenti e news dal mondo della sartoria;
  • consigli utili e pratici per cucire.
Lo spazio sarà aperto anche a chiunque voglia contribuire ad arricchire questo spazio inviando il proprio tutorial.

Sarò felice di ricevere le proposte di collaborazione alla seguente email: backtoselfcouture@gmail.com.

Il tutorial sarà valutato per l'approvazione ( per evitare la pubblicazione di contenuti inappropriati o per apportare eventualmente qualche modifica "stilistica" al tutorial ) e se pubblicato verrà attribuita la paternità all'autore che lo ha inviato.


I TESSUTI: Fibre naturali - Fibre animali: la lana ( prima parte )


Cari lettori, in questo periodo  non sono stata molto presente perché il mio perfezionismo unito al desiderio di pubblicare un contenuto utile,il più possibile completo e soprattutto presentato in maniera organica e comprensibile, mi ha portato ad effettuare una ricerca lunga e laboriosa e ad organizzare la stesura del post.

Oggi continua la serie sui tessuti ed inizio a parlare delle fibre tessili naturali di origine animale.

Appartengono a questa categoria la lana e la seta, tessuti usati moltissimo nella confezione sartoriale di alta qualità.

Iniziamo!

LE FIBRE TESSILI DI ORIGINE ANIMALE

Le fibre tessili animali sono formate essenzialmente da sostanze proteiche , macromolecole formate da carbonio, idrogeno, ossigeno, azoto e ,in alcuni casi, da  piccole quantità di zolfo.
La sequenza ed il tipo di macromolecole  determinano la struttura della fibra, incidendo sulla qualità , le caratteristiche, e conferendo un aspetto filamentoso alla stessa se vista al microscopio.


Le fibre tessili animali possono essere :


FIBRE DI ORIGINE ANIMALE DA VELLO O TOSA


FIBRE DA BULBO PILIFERO : DERIVANO DAL VELLO O PELO DEGLI ANIMALI DA TOSA ( in questo caso la loro struttura fisica è molto simile alla cheratina , la sostanza presente nella struttura del capello )






BACO DA SETA





FIBRE DA SECREZIONE DA INSETTO

( LEPIDOTTERO ): ES. RICAVATE DAL BACO DA SETA
    

giovedì 31 gennaio 2013

#SEWALONG 1: MAGLIA INCROCIATA

Carissimi lettori , come già detto in precedenza, io sono una sarta autodidatta.
Più specificatamente, sono una e-learner: cerco i contenuti sul web, leggo e mi esercito mettendo in pratica quello che ho imparo.

Ritengo che i contenuti più utili per imparare a cucire siano quelli che consentono di guardare passo passo, step by step,   come procedere, , proprio perché il cucito è un'arte manuale.

Ecco perchè ho deciso di dedicare una sezione del mio blog ai #SEWALONG : termine, molto usato in America, che significa #"cuciamo insieme dall'inizio alla fine". 

Ogni sew-along riguarda un progetto specifico di cucito ed illustra con le foto ogni fase per realizzarlo. 

Partiamo con il primo della serie:


 #SEWALONG 1 : MAGLIA INCROCIATA- MODELLO 20 N° 148 DI MODELLINA

Modello, Scelta del Tessuto, Occorrente.

Nella realizzazione di un progetto di cucito, ogni principiante vorrebbe avere e, giustamente, seguire una procedura rispettando l' ordine sequenziale delle operazioni da effettuare e cioè:
  • leggere sullo schema del progetto cosa occorre ;
  • trovare il tessuto consigliato e proprio nella metratura richiesta ;
  • Eseguire alla lettera le istruzioni dall'inizio al completamento del progetto.




GRAZIE DEBORAH :IL MIO PRIMO PREMIO!

Care followers, sono molto emozionata nel comunicarvi che ho ricevuto un premio , il mio primo premio come blogger, da Deborah di Boutis..che incantesimi!
Si tratta del premio Sunshine Award, non so neanche come ci si deve comportare in queste situazioni, ma fortunatamente nel suo post c'è scritto tutto...cercherò di seguire alla lettera quanto letto.

La prima regola: ringraziare la blogger che vi ha dato il premio! Grazie Grazie Grazie Deborah!

La seconda: rispondere a domande semplici che vi consentano di essere conosciute meglio dai vostri followers. 


mercoledì 30 gennaio 2013

Sewing 101: i punti a mano : impuntura e sopraggitto

Buonaseraaaaaaa! Prosegue la serie Sewing 101 e oggi proseguiamo a parlare dei punti eseguiti a mano.

Punto Indietro o Impuntura ( Backstitch e Topstitching)

Punto indietro semplice e Impuntura

Si esegue da destra a sinistra. 

Come si esegue : Uscire con l'ago sul diritto del lavoro, a 6 fili verso sinistra  Puntare l'ago 3 fili indietro ( verso destra ), passare sul rovescio e uscire nuovamente sul diritto avanzando ancora di 6 fili.
In questo caso, si parla di punto indietro semplice, perchè i punti sono intervallati da uno spazio regolare.
Sul dritto l'effetto è di una semplice filza, sul rovescio i punti sono leggermente sovrapposti dando solidità e resistenza alla cucitura.


Un'impuntura è, invece, una serie di punti eseguiti senza alcun intervallo.
L'ago viene puntato esattamente dove finisce  il punto precedente.

sabato 26 gennaio 2013

Curiosando su web :LaDyBe Glam: ENVY BIJOUX



Curiosando sul web..ti trovo questo fantastico GiveAway! Scade questa sera!
Questi orecchini sono veramente belli, fatti a mano in macramè!
Loro hanno il negozio a via flaminia 253 a Roma, ma anche una pagina facebook dove potrete ordinare le loro creazioni artigianali. Sono due ragazze veramente talentuose, veramente brave Giorgia ed Orsetta, avete creato un accessorio veramente Glamour!

LaDyBe Glam: ENVY BIJOUX: Ciao ragazze! Come state?  Qui il tempo è stato pessimo per giorni, fa molto freddo ma non perdiamo la voglia di scattare. Ho ordina...

venerdì 25 gennaio 2013

Sewing Tip: Missione sarta - La prova dell'abito

RAGAZZEEE...MA QUANTI BEI CONSIGLI...

MISSIONE SARTA ha pubblicato dei post a puntate sulla PROVA DELL'ABITO!

E' fondamentale capire come alterare il nostro modello se vogliamo diventare delle BRAVE SARTE!

Come intervenire se la nostra blusa è troppo stretta, se lo scollo è troppo corto, se la gonna è troppo larga, se l'incavo manica tira...ma insomma anche se non vogliamo diventare sarte tutti questi consigli ci tornano utili per modificare la vestibilità degli abiti che non indossiamo da tempo perché con quei difetti proprio non ci piacciono! 

E quindi ecco a voi il link delle 4 puntate:


  1. Preparazione per la prova d'abito
  2. La prima prova
  3. La prima prova 2
  4. La prima prova 3
  5. La seconda prova


TESSUTI: Fibre naturali - Fibre vegetali : Ginestra, Bambù

Oggi ritorniamo a parlare di tessuti.
Siamo giunti alle fibre vegetali il cui uso è meno conosciuto ma, a volte, innovativo.

La Ginestra

Spanish Broom Spartium junceumLa fibra di Ginestra si ricava dalla pianta della famiglia delle Genisteae. 

E' una pianta diffusa in Europa, nel Medio Oriente e nel Nord Africa. 
Si sviluppa in terreni aridi.

Le fibre tessili, ricavate dai rametti o "vermene" della Ginestra, si ottengono con lo stesso processo di lavorazione utilizzato per le piante da tiglio ( lino, canapa, etc ) : raccolta, bollitura, macero, scorticatura, battitura, sfibratura, cardatura.

L'uso delle fibre di Ginestra non è nuovo nel campo tessile.Essendo una fibra molto resistente all'acqua di mare, veniva utilizzata in passato specialmente per farne corde  e reti. E ancora per farne stuoie e manufatti artigianali.

mercoledì 23 gennaio 2013

Sewing Tutorial: Il punto lento - Pictorial

Buonasera ragazze, non so voi ma per me è di vitale importanza  vedere per imparare. 
Si dice: Rubare con gli occhi per imparare!
Ma..io non posso essere li con voi..così ecco
un tutorial veloce veloce , un pictorial, su come tagliare il filo del punto lento, che avrete eseguito per trasferire il disegno del cartamodello su tessuto.


martedì 22 gennaio 2013

Sewing Tutorials: Inchiostro simpatico per cartamodelli

Come trasferire i segni del cartamodello sul tessuto senza usare i punti lenti.


Avevo promesso di pubblicare un tutorial per usare i pennarelli lavabili, o con inchiostro simpatico, al posto dei punti lenti, per trasferire i segni del cartamodello sul tessuto.
Con questo tutorial inauguro anche la serie : Sewing Tutorials.
In realtà lo avevo pubblicato nel forum di cucito, che io adoro, al quale sono iscritta...e quindi lo ripropongo anche qui alle mie lettrici e followers.

Premessa: Ho usato una penna ad inchiostro simpatico, al posto del pennarello lavabile, una frixion ball, facilmente reperibile in qualsiasi negozio di cartoleria, ed ho scelto questo strumento perché ha la punta più fine, come una biro, e quindi, disegna delle linee più precise.
Ho preferito questa soluzione perchè sono una pasticciona impaziente.
Sul forum di cucito troverete un lungo post in cui molte forumine gentili hanno riportato la loro esperienza usando varie marche di pennarelli lavabili.
Sul forum troverete anche molti altri consigli e topics interessanti !


Allora iniziamo:
1

1) prendete tutto l'occorrente:

  • spilli, 
  • frixion ball che in questo caso è rossa, 
  • cartamodello appuntato su tessuto.







domenica 20 gennaio 2013

Sewing 101: i punti a mano : punto filza e imbastitura

Buonasera ragazze, oggi iniziamo una nuova serie di posts: Sewing 101.
In ogni puntata parlerò delle tecniche di cucito fondamentali, necessarie per imparare a cucire.

I PUNTI A MANO - HANDSEWING STITCHES

Se non possedete una macchina da cucire ed avete comunque il desiderio di realizzare un progetto di cucito non vi preoccupate. Una volta tutti i punti venivano eseguiti a mano. Per unire due tessuti in maniera permanente, ad esempio, veniva usata l'impuntura . Ancora adesso molte operazioni di cucito si eseguono a mano se si vuole dare al progetto finito una qualità artigianale superiore. 
Nelle case di alta moda la macchina da cucire si usa pochissimo.

Il punto a mano può essere 
  • 1) provvisorio, per il quale si usa un filo di colore contrastante con il tessuto, in modo da poterlo identificare facilmente per la sua rimozione definitiva;
  • 2) permanente, che si esegue con un filo del colore del tessuto, in modo da renderlo quasi invisibile, o con un filo di colore contrastante se la sua funzione è di natura decorativa. 

Punto filza - Running Stitch

Si lavora da destra verso sinistra, è un punto molto corto e regolare.


Come si esegue: Entrate ed uscite con l'ago nel tessuto, stando attenti a prendere lo stesso numero di fili, ogni 2 mm,  per mantenere una distanza regolare tra i punti. Se il tessuto è leggero potete permettervi di entrare ed uscire più volte dal tessuto. 
Lunghezza punto: 1,5 mm.



sabato 19 gennaio 2013

Sewing Tip: Missione sarta - La stiratura…

DIY ironing boardBuonasera Ragazze, oggi vi segnalo un link utile se volete aggiungere un tocco professionale al vostro progetto di cucito.
Eh si perchè stirare è importantissimo...prima e dopo ogni cucitura..ad ogni passaggio...
Lo so ..è noiosissimo...io sono una di quelle che ha fretta di vedere finita la mia creazione e quindi interrompermi ogni volta per stirare..è una seccatura.

Stirare è una fase fondamentale, la dovete considerare come una tecnica di cucito...chi ben stira è a metà dell'opera...fa la differenza tra un progetto che si vede lontano un miglio che avete cucito voi e uno che sembrerà acquistato in negozio....significa che il nostro progetto avrà un "professional sewing look",pulito, rifinito.
Questo link vi da degli utili suggerimenti in merito:

Missione Sarta: La stiratura…: Ciao ragazze oggi altro consiglio sulla stiratura, fondamentale in sartoria, perciò dovete pensare che per una buona riuscita del confeziona...

lunedì 14 gennaio 2013

Sewing Tip: calcolare il metraggio occorrente per il tuo progetto di cucito

Oggi , navigando sul web, ho trovato un utili suggerimenti su come calcolare il metraggio occorrente per un progetto di cucito:

Missione Sarta: Consiglio della settimana: Ciao ragazze, oggi vi dò qualche consiglio per chi è all’inizio e non sa come calcolare il metraggio di stoffa occorrente, anche se avanza, ...

venerdì 11 gennaio 2013

TESSUTI: Fibre naturali - Fibre vegetali : Ortica

Buonasera ragazze, oggi continueremo a parlare di fibre tessili naturali, in particolare della fibra d'ortica.
Si, lo so, mi rendo conto che non vi capiterà tutti i giorni di usare, per il vostro progetto di cucito, un tessuto di ortica.
Tuttavia, è una delle potenziali fibre del futuro.
Infatti, oggi assistiamo ad un crescente interesse per l'utilizzo di risorse che siano in armonia con l'ecosistema.
La ricerca è orientata a trovare soluzioni che realizzino un sistema produttivo globale rispettoso dell'ambiente, che non lo inquini con prodotti chimici e utilizzi  materie prime biodegradabili.   
Piano, piano, tutti i paesi dovranno uniformarsi alla green economy. 
Per questo sono nate molte iniziative volte a promuovere l'uso di fibre eco-sostenibili.

Forse, la fibra d'ortica, è quella che viene considerata come la più sostenibile.
Conosciamola.

Ortica

Nettle
La fibra di ortica si estrae da una pianta perenne, l'Urtica Dioica, alta circa 150 cm.

Il suo fusto è molto robusto ed è caratterizzato da una peluria contenente anche acido formico, pungente. E'molto diffusa anche in Italia. 
Ma sono sicura che tutti abbiate avuto modo di conoscerla almeno una volta nella vita! Avrete fastidiosamente provato sulla vostra pelle, appunto, la sua proprietà urticante ( dal latino urere=bruciare ), ossia un effetto di irritante prurito.
Usare questa fibraaaa per l'abbigliamentoooo???!!!!! Lo ammetto, può lasciar perplessi, ma in realtà non è un idea nuova.

Questo tessuto cominciò ad essere usato in Europa Centrale ancora prima del cotone. 

martedì 8 gennaio 2013

TESSUTI: Fibre naturali - Fibre vegetali : Ramia o Ramié

Il cotone, il lino, la canapa, la iuta, sono le fibre tessili vegetali più importanti perché hanno trovato un largo impiego...ma esistono altre fibre vegetali utilizzate per produrre tessuti.
Questo gruppo di fibre , secondario solo in ordine di importanza e di sviluppo, rappresentava per me un mondo di cui non immaginavo neanche l'esistenza. Cominciamo con la prima.

Ramia o Ramiè



青苧麻Quando ho letto che esisteva questo tessuto, ho pensato che fosse una stoffa artificiale, metallica, dall'aspetto laminato, appunto "ramato"...Che sciocchina che sono! 
Invece è un tessuto di origine completamente naturale, a prima vista molto simile a lino.  

Il Ramiè o Ramia, è una fibra bianca, molto lucente, che si ricava dalla corteccia della pianta Boehmeria, della famiglia delle Urticacee.

sabato 5 gennaio 2013

I TESSUTI: Fibre naturali - Fibre Vegetali : La Iuta


LA IUTA

La Iuta è la seconda fibra vegetale più importante,dopo il cotone, in termini di produzione e consumo globale.
Jute FieldE' la più economica tra le fibre vegetali.

Viene ricavata dalle piante del genere Corchorus, della famiglia delle Malvacee.

La pianta predilige climi caldi e molto piovosi, monsonici.
Infatti circa l'85 % della produzione globale si concentra nel Bangladesh, nell'area del Delta.

Esistono due varietà di questa pianta:
- specie olitorius (dai riflessi dorati)
- specie capsularis ( dai riflessi argentei)

Anche questa fibra, come il lino e la canapa, si ricava dal fusto della pianta, che può essere alta dai 2 ai 4 metri.

giovedì 3 gennaio 2013

I TESSUTI: Fibre naturali - Fibre Vegetali : La Canapa


Salve, oggi continuerò a parlarvi dei tessuti fatti di fibre naturali.
Per l'esattezza di fibre vegetali che hanno un alto valore ecologico, la cui produzione è cioè considerata ecocompatibile perchè a basso impatto ambientale.
Rappresentano tuttavia un settore tessile ancora molto poco sviluppato in Italia.

La Canapa


Queste fibre si ottengono dalla pianta Cannabis Sativa della famiglia delle Cannabinacee. 
L'uso di questa pianta per scopi tessili ha origini molto antiche, risale a più di 5000 anni fa nelle regioni centro asiatiche ed orientali.

L' Italia era, dopo la Russia, uno dei maggiori produttori mondiali di canapa e dalle sue regioni  provenivano le  qualità più pregiate di questo tessuto, che veniva adoperato sopratutto per la produzione di vele e di cordami.
Poi la sua coltivazione venne lentamente sostituita dall'utilizzo di fibre naturali o sintetiche a minor costo.
Cessò completamente di essere coltivata in Italia con  il proibizionismo dal 1960.
en el jardín botánico de Gijón

La Cannabis Sativa  appartiene infatti alla stessa famiglia  della Canapa indiana,  dalla quale si estraggono sostanze stupefacenti e quindi illegale.

Anche se la specie della "Sativa" ha caratteristiche completamente differenti, è difficile identificarla e quindi distinguerla dalla specie "indiana",  non essendo possibile analizzarne, anche dal solo punto di vista morfologico, le differenze.
La coltivazione della Canapa in Italia venne reintrodotta a partire dal 1995, quando si cercò una metodologia che rendesse possibile una identificazione "certificabile" e "certificata" e permetterne di conseguenza la coltivazione orientata ai soli scopi tessili.