Follow my blog with Bloglovin Google+ HANDMADE PLUS: COME DARE UN LOOK RIFINITO, CURATO E PROFESSIONALE ALLE TUE CREAZIONI - Back to SelfCouture

domenica 14 aprile 2013

HANDMADE PLUS: COME DARE UN LOOK RIFINITO, CURATO E PROFESSIONALE ALLE TUE CREAZIONI




In America esistono due categorie : il cucito HANDMADE e quello HOMEMADE.
  • HANDMADE : il progetto è realizzato con precisione e cura nei dettagli, ha un aspetto rifinito , curato e professionale e quando lo vediamo...la prima domanda che facciamo è " dove l'hai comprato?".
  • HOMEMADE : il progetto è realizzato da mani ancora inesperte, ha un aspetto poco pulito, quasi sciatto, se mi consentite il termine, dovuto a un'immagine complessiva che ha quel qualcosa che proprio non ci convince...non sappiamo cosa..ma l'impressione è che sia il risultato di un "FAI DA TE IMPROVVISATO".
In Italia, che io sappia, queste due categorie non hanno una corrispondente definizione linguistica.

Però, per sapere se apparteniamo all'una o all'altra delle due categorie, ci poniamo una domanda:

 "MA QUALCUNO COMPREREBBE LE MIE CREAZIONI?"


  • Se la risposta è affermativa significa che ci consideriamo abbastanza bravi.
  • Se la risposta che ci diamo è negativa significa che no, non siamo molto sicuri di noi stessi.
Tuttavia è molto probabile che la nostra insicurezza sia determinata da termini di paragone errati, perché, per sentirci "abbastanza bravi", vorremmo che le nostre creazioni avessero il look dei prodotti della grande distribuzione, realizzati con metodi e strumenti industriali.

Dimenticando, oltretutto, che un prodotto HANDMADE, ARTIGIANALE, ha una QUALITA' DI ESECUZIONE ben superiore a quella INDUSTRIALE, proprio perchè realizzata con strumenti e metodi diversi.

Tanto che in alcuni prodotti artigianali viene aggiunta addirittura la nota in etichetta:
"Il su misura è una lavorazione che richiede tempo, pazienza e che può contemplare qualche piccola imperfezione. Del resto questa è la migliore garanzia che si tratti di capi realmente realizzati artigianalmente."

ALLORA  COME DIVENTARE UN ARTIGIANO D.O.C.?

Senza dubbio serve esperienza ma... 

Con alcuni accorgimenti potete realizzare un prodotto di FINITURA SUPERIORE, PASSANDO DA UN LIVELLO DI ESECUZIONE "CASALINGO ED IMPROVVISATO" AD UN LIVELLO SUPERIORE.
Quella che segue è una piccola Guida, UN DETTATO di consigli finalizzati alla valorizzazione del vostro progetto di cucito affinchè abbia una QUALITA' HANDMADE PLUS, definizione data da me, ossia "FATTO A MANO D.O.C.

1 SCELTA DEL PROGETTO


 
  • Don't :Non scegliete un progetto che implichi l'uso di tecniche ancora sconosciute per voi. Non ho detto che non dovete sperimentare nuove tecniche. Ho detto che , se volete un prodotto dall'aspetto curato, dovete essere padroni della tecnica. Il vostro lavoro andrà spedito e il risultato sarà gratificante

  • Do: Se dovete cucire qualcosa, pensate a qualcosa che indossereste e sicuramente acquistereste , che rifletta il vostro stile personale.  Può sembrare un consiglio che non necessariamente INCIDA SULLA QUALITA' del vostro cucito ma se il prodotto realizzato è in linea con il vostro guardaroba o lo stile della vostra casa, lo indosserete o mostrerete con maggiore sicurezza e disinvoltura potendolo abbinare facilmente. E si sa, gli abbinamenti valorizzano a tal punto da non far notare qualche piccola imperfezione.

2 SCELTA DEL TESSUTO

 
  • Don't: Non comprate tessuti lasciandovi entusiasmare da stampati o fantasie originali, se non avete alcuna idea dell'uso che ne farete... perchè tutto sommato la stampa o il colore del tessuto non è in linea con il vostro stile personale( vedi suggerimento precedente ).
  • Do: Comprate tessuti di buona qualità. Questo non significa costosi. Toccate il tessuto, controllate se gualcisce facilmente, se cade bene, se sfilaccia solo a toccarlo..In genere più un tessuto è  spesso più gradevole e professionale  e strutturato sarà il look del prodotto creato con quel tessuto. Inoltre scegliete tessuti adatti al progetto che intendete realizzare. Es: Ci sono dei cotoni americani meravigliosi per progetti di quilting..ma se volessimo indossarli ...l'effetto sarebbe orrendo e pacchiano!

PRIMA DEL TAGLIO

     
3 Lava il tessuto : Eh si, prima di procedere con le fasi di realizzazione, dovete assolutamente lavare il tessuto. I tessuti stingono, si restringono ed è meglio prevenire che accorgersi a progetto finito che avete speso tempo ed energia per confezionare un prodotto assolutamente impresentabile figuriamoci dal look professionale. Lavate il tessuto con le stesse precauzioni ed impostazioni con le quali solitamente lavate tessuti simili.
    Sewing Tip: Per limitare lo sfilacciamento, inevitabile durante il ciclo di lavaggio,mettete il tessuto in una piccola sacca di tela chiusa con dei laccetti.Infilate direttamente la sacca in lavatrice. 






Stira il tessuto. Dopo aver lavato il tessuto, prima di procedere all'appoggio del cartamodello, stiratelo in modo da eliminare grinze e pieghe. IL TESSUTO DEVE ESSERE COMPLETAMENTE DISTESO SE VOLETE CHE UNA VOLTA TAGLIATO I PEZZI COINCIDANO.
  • Eseguite prima una prova di stiro su un piccolo lembo di tessuto per verificare che non il ferro da stiro non lasci segni.


    STIRARE è considerata LA PRIMA E L'OPERAZIONE più importante per realizzare un prodotto dal look perfetto. 
    E' FONDAMENTALE, E' UN IMPERATIVO E' DI VITALE IMPORTANZA.




    SE dovete spendere un po' di più per uno strumento veramente utile fatelo per acquistare un BUON FERRO DA STIRO.


    Questo è uno strumento che vi servirà non solo adesso ma in ogni singola fase del processo creativo. SOPRATUTTO per MANIPOLARE IL TESSUTO, ALLENTANDOLO O STRINGENDOLO, per CORREGGERE le PICCOLE IMPERFEZIONI ed OTTENERE UN ASPETTO finale del prodotto   IMPECCABILE.
     
     

    5 STIRATE il cartamodello prima dell'appoggio. Dovete eliminare le grinze che sono presenti per rendere il modello completamente piano.
  • Do: Realizzate il cartamodello prima con un tessuto di prova, verificate le eventuali imperfezioni e correggete dove è necessario. Correggere la vestibilità di un cartamodello è un fattore molto importante se volete un risultato professionale HANDMADE PLUS.Maggiori correzioni apportate adesso al cartamodello e minori saranno le modifiche di sdifettamento a capo finito e quindi il risultato sarà più professionale. Potete usare il TNT, COME TESSUTO DI PROVA, un tessuto non tessuto , simile ad una garza molto fine, presente in diverse grammature. Se vuoi saperne qualcosa di più guarda qui
  • Imparare a realizzare da soli i cartamodelli vi aiuterà a realizzare capi con una vestibilità migliore più velocemente proprio perchè personalizzati direttamente con le vostre misure. 



  •  
    Trasferite tutte le marche del cartamodello sul tessuto

    Il disegno deve essere trasferito con cura e precisione sul tessuto. Altrimenti  i pezzi non coincideranno!
    Stendete il tessuto su un piano il più ampio possibile. SE IL PIANO NON E' SUFFICIENTE A STENDERE TUTTO IL TESSUTO arrotolate la parte del tessuto che, per il momento, non utilizzate.
    MA QUELLO che dovete fare assolutamente è SPIANARE IL TESSUTO IN MODO CHE SIA DISTESO SENZA ALCUNA GRINZA, E APPOGGIARE SOPRA IL CARTAMODELLO CORRETTAMENTE .
    Sewing Tip: 
    Nelle sartorie si usa un piano di legno morbido. Questo consente di fermare sia il tessuto che il cartamodello, appuntando sul legno gli spilli verticalmente. Infatti gli spilli appuntati orizzontalmente, creano delle pieghe, rialzando il tessuto ed il cartamodello. 

    Coloro che, come me, non possiedono un piano di legno morbido, neanche in versione ridotta, magari realizzato con del truciolato,  possono utilizzare dei pesi al posto degli spilli per bloccare il cartamodello.

    GLI STRUMENTI DA USARE

     
     
    Se siete come me, uno spazio di lavoro disordinato e disorganizzato può essere causa di ansia e frustrazione e alla fine questo incide sulle nostre prestazioni sartoriali ed in definitiva sul look del progetto.
    7: ORGANIZZA LO SPAZIO .Sgombrate il piano di lavoro di tutto il superfluo e appoggiatevi sopra tutto quello che vi occorre per realizzare il vostro progetto, ordinatamente, tale che possiate trovare subito e facilmente ciò che cercate. 
       


     

    8 Utilizzate un filo di buona qualità e adatto all'uso che dovete farne ( vedi qui la guida sui filati);

    Sewing Tip :  utilizzate il filo della stessa tinta del tessuto. Maggiore sarà il contrasto, più visibili saranno le imperfezioni nelle cuciture.



    9: Ogni volta che troviamo un ago o uno spillo difettoso buttiamolo immediatamente. Non riponiamolo di nuovo insieme agli altri aghi o spilli. Eviteremo di usarli per errore la prossima volta, causando danni irreparabili al tessuto. 
    (guarda qui la guida sugli aghi e gli spilli)
    • Do: La regola vuole che ogni volta che iniziamo un nuovo progetto dovremmo cambiare l'ago alla macchina da cucire. LO SO..E' DIFFICILE FARLO SOPRATTUTTO perché i danni all'ago non sono così "evidenti" e sembra un sacrilegio buttare qualcosa apparentemente "OK". Ma un ago spuntato non è visibile ad occhio nudo ed è fonte di  numerosi problemi: rottura o aggrovigliamento del filo, salto dei punti, danni al tessuto.





    • 10: Avere forbici di ottima qualità che taglino perfettamente il tessuto è un altro imperativo. ( guarda qui strumenti per tagliare )





    LA MACCHINA DA CUCIRE

     

     
    11 : Studiate benissimo il manuale della vostra macchina da cucire. Se non lo possedete cercatelo su internet.
    1. Sapete quanti punti potete eseguire con la vostra macchina? Li avete provati?
    2. Sapete quando e come dovete cambiare la pressione del piedino?
    3. Sapete REGOLARE la tensione del filo?
    Quando acquistate una macchina da cucire la tensione è settata ad un livello medio che va bene per la maggior parte dei progetti di cucito. Ma non per tutti! Il manuale vi indica le impostazioni da settare in base al tipo di tessuto, o al punto o operazione da eseguire.

    Se conoscerete la vostra macchina da cucire a menadito, il look del progetto sarà più pulito e curato.




    12 : Pulisci ed olia gli ingranaggi regolarmente!
    - Filo che si spezza?
    - Punti irregolari
    - Tensione allentata?
    TUTTO QUESTO SI RIFLETTE SUL LOOK, RENDENDOLO INEVITABILMENTE SPORCATO DAGLI ERRORI DI CUCITURA!
    Cucendo la tensione della bobina si allenta e si accumula filaccia  e polvere tra le parti.
    La conseguenza è che i meccanismi diventano più rumorosi, meno efficienti e , se continuate a cucire nonostante tutto, forzate e compromettete il loro funzionamento.
    IL MANUALE vi suggerisce come affrontare i problemi comuni che si presentano con la macchina da cucire.
    E VI INSEGNA AD ESEGUIRE LA PULIZIA E OLIATURA DEGLI INGRANAGGI
    E AD AGGIUSTARE LA TENSIONE DELLA BOBINA .

    A tal proposito vi suggerisco di visitare un blog strepitoso nel quale una ragazza, con la passione delle macchine da cucire antiche, ha deciso di mettere a disposizione la sua esperienza in rete.
    Nel blog ci sono un sacco di tutorial e video per eseguire la manutenzione :
    pulitura, oliatura, sostituzione di ingranaggi , manuali e tanto altro.
    Assolutamente da mettere tra i preferiti-
    IL PUNTO ANTICO




    13: CUCI LENTAMENTE!

    Conoscere la macchina da cucire significa anche imparare a utilizzare il pedale, quale pressione imprimere con il piede per ottenere una determinata velocità. 
    Cucite lentamente e controllerete molto meglio il vostro lavoro,  effettuerete cuciture precise, ad una distanza regolare dal bordo ed angoli e curve perfette. PERCHE' LOOK PROFESSIONALE VUOL DIRE ANCHE E SOPRATTUTTO SIMMETRIA E FORMA ARMONICA E REGOLARE.






     
    14: USA I PIEDINI ADATTI

    La vostra macchina da cucire, oltre al PIEDINO ZIG ZAG, vi mette a disposizione altri piedini ed il manuale FORNISCE LE INDICAZIONI SUL come usarli IN MANIERA APPROPRIATA:

    - Il piedino asolatore
    - Il piedino per le cerniere
    - A volte nel kit c'è anche la placca per il rammendo.
    Allora imparate ad utilizzare gli altri piedini!

    Se potete, arricchite il vostro parco piedini, aggiungendone altri che miglioreranno la Qualità del progetto, se utilizzati

    nell 'esecuzione di tecniche specifiche o per cucire tessuti difficili e particolari.
    Qui una pagina utilissima per orientarvi nella scelta del piedino che vi occorre con il relativo video esplicativo:

          http://www.sewingmachine-sales.co.uk/video/

     

    AL LAVORO!

     

    15: Tagliate correttamente il tessuto ed eseguite cuciture precise.


    - Quando tagliate il tessuto posizionate il cartamodello correttamente allineando la linea indicata nel cartamodello con il drittofilo del tessuto.

    Questa è un'operazione fondamentale per rendere perfetto il look del progetto perchè impedisce la deformazione del tessuto durante le operazioni di cucitura.

    - LASCIATE UN MARGINE DI CUCITURA REGOLARE E COSTANTE TRA LA LINEA DI CUCITURA ED IL BORDO DEL TESSUTO.


    Sewing Tip: SUL FANTASTICO FORUM DI CUCITO CHE FREQUENTO , una fantastica donna consiglia di ricopiare il cartamodello includendo anche  i margini di cucitura.
    Poniamo che il margine sia di 1 cm.
    Dopo aver tagliato il tessuto l'unica cosa di cui dovrete preoccuparvi è cucire mantenendo costantemente fissa la distanza ,tra l'ago della macchina da cucire ed il bordo del tessuto, di 1 cm.  Qui la spiegazione dettagliata.

    Nota: Mio nonno che non c'è più, molto tempo fa, aveva una sartoria.
    Utilizzava questo metodo: Piazzava il cartamodello, spargeva il gesso in polvere sopra il tessuto , toglieva il cartamodello e contornava con un gesso affilatissimo il bordo pulito lasciato dal cartamodello rimosso. Dopo passava punti lenti lungo i contorni disegnati con il gesso e poi passava sopra con le cuciture.



    16 : Scucite le cuciture che non vi piacciono!

    Vi capiterà moltissimo e la vostra reazione sarà : "ma si...forse.. neanche si vede...però...a guardarla ..potrei risolvere nascondendola così .. magari taglio di qui e aggiusto di la.." IN FONDO IN FONDO...lo sappiamo che non è venuta bene quella benedetta cucitura ed io DICO NO! SCUCIAMO QUELLA CUCITURA!

    Abbiamo sbagliato tensione del filo, oppure è rimasto incastrato qualche pezzettino di tessuto , oppure la cucitura è storta, oppure abbiamo sbagliato punto..o sono saltati i punti o si è aggrovigliato il filo..oppure semplicemente non coincidono i margini quando dobbiamo assemblare.insomma....se avete dubbi SCUCITE! NON ESITATE! LO SO E' NOIOSO MA ESTREMAMENTE IMPORTANTE PER IL LOOK DEL VOSTRO PROGETTO...SCUCITE E RIFATE LA CUCITURA!




    17 : RIFINITE LE CUCITURE
    Questa è un' operazione che viene solamente citata nelle istruzioni dei cartamodelli.
    E' forse l'unica operazione il cui effetto "migliorativo" sulla qualità del prodotto Handmade è immediatamente evidente.

    Non aspettate di finire il prodotto per rifinire. Le cuciture vanno rifinite mano a mano che vengo eseguite.

    Industrialmente le rifiniture vengono effettuate con una tagliaecuci.

    Ma non è assolutamente indispensabile.
    Potete effettuare questa operazione con un punto zig - zag, o con il punto overlock o ricoprendo il bordo con uno sbieco...oppure ecco a voi alcuni link che vi illustrano diversi modi possibili:

    Vari modi di rifinire:

    http://sewmamasew.com/blog2/2008/05/seam-finishes-simplified/

    Tutorial per cuciture rifinite "semplici" e veloci:
    http://www.themotherhuddle.com/how-to-finish-seams-with-a-sewing-machine/

    per cuciture perfettamente rifinite:

    http://www.patternrunway.com/2011/07/how-to-neaten-your-seams-like-31-philip.html

    per rifiniture cucite  a mano:

    http://www.ilfilodonna.com/taglio-e-cucito-rifiniture-interne/-



    18 : RIDUCI I MARGINI DI CUCITURA

    I margini interni sono ingombranti e se voluminosi, sebbene stirati,  daranno alla cucitura un aspetto non perfettamente piatto, deformando in maniera antiestetica anche il progetto.

    Refilare significa ritagliare i margini dopo aver effettuato le cuciture definitive.

    In genere io riduco i margini della cucitura a 0,70 cm.









    19 : STIRA STIRA STIRA STIRA

    Torna il ferro a farla da padrone!

    Una volta refilati i margini, stirare le cuciture interne aperte e poi verso il lato indicato nelle istruzioni.
    E stirare ogni volta che si esegue una cucitura.
    E Stirate quando avete finito di cucire tutto il progetto.

    C'è un modo corretto di stirare nella stanza del cucito che non è quello che normalmente usate quando stirate i panni lavati.

    In Inglese questa operazione viene chiamata PRESSING.. proprio perchè l'operazione è quella di abbassare ed alzare il ferro ripetutamente sul tessuto e non quella di spostarlo avanti ed indietro. Lo spostamento del ferro può modificare la direzione del drittofilo distorcendo la forma del tessuto.

    Il Ferro con la sua pesantezza e calore appiattisce e rimodella la cucitura rendendola perfetta anche quando dispettosa.
    Pressare non significa applicare un ferro caldissimo sul tessuto.
    Ma farlo con la  temperatura adatta a quel tessuto.
    A volte anche solo svaporizzando un tessuto, senza neanche toccarlo, si ottiene il risultato desiderato.
    Mio nonno, quando a capo finito si accorgeva di una imperfezione,  inumidiva il tessuto con un panno bagnato, PER AMMORBIDIRLO, e poi tirava il tessuto e contemporaneamente direzionava il ferro per ridargli la forma desiderata.

    Sewing Tip: non stirate sopra gli spilli, lascerebbero il segno sul tessuto, ed effettuate sempre delle prove su piccoli lembi di tessuto.




    20: Rinforzate il tessuto con telette
    In alcuni punti il tessuto ha bisogno di essere doppiato con telette per ricevere un effetto più strutturato.
     
    Pensate ai colli delle camicie, ai polsini, ai baveri delle giacche.

    Rinforzare serve anche a dare corpo alle cuciture, rendendole più resistenti.

    Le asole avranno un aspetto molto più professionale se fatte su un tessuto rinforzato.


    Le tele di rinforzo o anche dette interfodere esistono di diverse grammature e possono essere adesive o meno.

    Di seguito due link per avere una guida dettagliatissima e completa ed esaustiva in ITALIANO!

    http://trama-e-ordito.blogspot.it/2009/11/interfodere.html#!/2009/11/interfodere.html

    http://sewingmagics.blogspot.it/2012/04/fliselina-questa-sconosciuta.html

    e tanti consigli sul forum di cucito:
    http://www.forumdicucito.com/t3125-i-rinforzi-per-tessuti-tecniche-e-materiali-a-confronto


     

    21: TOPSTITCHING ( IMPUNTURE SUL DRITTO )

    Le impunture sul dritto sono il  tocco di professionalità: aggiungete eleganza e classe al prodotto dandogli la parvenza di un manufatto sartoriale ...oltre a stabilizzare la tenuta del tessuto.

    La ribattitura si effettua  a diverse distanze:

    - a pochi millimetri dal profilo del capo per i colli di camicie o per i polsini o per tenere ferma la fodera ed evitare che si rovesci sul dritto quando indossiamo il capo.

    - a una distanza di 0,80 o 1 cm se vogliamo decorare il capo effettuando delle cuciture anche in contrasto.( es: nei jeans )
    Qui un bellissimo tutorial e molto esaustivo:

    22 : DECORATE ED ABBELLITE LE VOSTRE CREAZIONI.

    Aumentate la QUALITA' DEL PRODOTTO HANDMADE semplicemente impreziosendolo con belle decorazioni.

    Invece di intestardirvi con capi estremamente difficili da realizzare e complicati, fate dei capi semplici e lineari e SPAZIATE CON LA FANTASIA per renderlo originale con :

    - passamanerie
    - bottoni particolari
    - pizzi e merletti
    - bordi e nastri.

    Sewing Tip: Non esagerate arricchendo il progetto con troppi elementi decorativi e non mischiate troppi colori . Gli elementi decorativi impreziosiscono e funzionano se risaltano, se ne mettete troppi si confondono nella mischia caotica,  AGGIUNGENDO SOLO RUMORE , INFASTIDENDO LA VISTA che, disturbata, non riesce a DISTINGUERE, NELL'IMMAGINE COMPLESSIVA , la LINEA ed il DESIGN del PRODOTTO STESSO.




    23: NON C'E' NESSUNA FRETTA!

    Non dovete realizzare il vostro progetto in un solo giorno.

    Prima o poi arriva la stanchezza e la stanchezza si rifletterà SENZA ALCUN DUBBIO nel LOOK DEL VOSTRO PRODOTTO.

    LA VELOCITA' DI REALIZZAZIONE non è DETERMINATA dalla vostra VOLONTA' ma è il risultato di MOVIMENTI ESEGUITI AUTOMATICAMENTE in maniera INCONDIZIONATA grazie alla RIPETUTA esecuzione delle tecniche che acquisite ( IN ALTRE PAROLE ESPERIENZA ).

    SOLO IN QUESTO CASO LA VELOCITA' PORTA COMUNQUE AD UN RISULTATO PROFESSIONALE.

    Proprio come quando impariamo a guidare la macchina.

    QUINDI NEL MOMENTO IN CUI cominciate ad essere NAUSEATI e non avvertite più PIACERE mentre state LAVORANDO...SIGNIFICA CHE SIETE STANCHI!
    METTETE TUTTO A POSTO E RIMANDATE AL GIORNO DOPO!


     


    24: LA PERFEZIONE NON ESISTE, E' UNA QUESTIONE DI PROSPETTIVA!

    Con questa frase meravigliosa voglio chiudere questo lungo DETTATO che vi deve guidare verso un RISULTATO PIU' CURATO E PROFESSIONALE ma che non deve essere il RIGIDO DETTATO DI REGOLE INDEROGABILI CHE IMBRIGLIANO E COSTRINGONO LA vostra CREATIVITA' IN UN SPAZIO LIMITATO.


    INSOMMA non lasciatevi DISTOGLIERE da quello che è il vostro vero intento che è QUELLO di CREARE!



    NON smettete di cercare nuove tecniche di esecuzione che possono farvi ottenere gli stessi risultati.

    LASCIATEVI ISPIRARE DA QUELLO CHE VEDETE, NON CERCATE DI RIPRODURRE DEI DUPLICATI, RENDETELI ORIGINALI E PERSONALIZZATELI CON IL VOSTRO UNICO E PROPRIO STILE!

    L'ULTIMO MA "PRIMO" GRANDE CONSIGLIO :FATE LE COSE CON AMORE, CHE SIGNIFICA PAZIENZA, DEDIZIONE, CURA IN OGNI DETTAGLIO, E TUTTO CIO' CHE CREERETE AVRA' UN ASPETTO MERAVIGLIOSO!

     
    Se ti è piaciuto l'articolo mi farebbe molto piacere tu mi VOTASSI tra le tue BLOGGERS FAVORITE SU GRAZIA.IT
    E' SUFFICIENTE CLICCARE IL BADGE QUI SOTTO E POI, QUANDO SI E' APERTA LA PAGINA DEL MIO PROFILO, CLICCARE SU VOTAMI!

    25 commenti:

    1. Bello! Fatto per me, che ho sempre fretta di finire! :) Grazie!

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Grazie, è importante sapere che sono stata utile!

        Elimina
    2. grazie per le dritte, post interessante!

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Grazie a te per aver lasciato il commento!

        Elimina
    3. Bellissimo articolo, ricco di consigli preziosi e di riferimenti interessantissimi! Grazie mille, condivido su Google*!
      Un bacione,
      ClaraBelle

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Grazie per la condivisione Clarabelle, e complimenti per il tuo blog!

        Elimina
    4. Ma quanti spunti, tutti interessanti! A me capita spesso di non avere voglia di scucire.... E' patologico :)
      MammaNene

      SergerPepper.blogspot.it

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Ehh sapessi io....io sono una pigrissima cronica!

        Elimina
    5. Grazie!!!! Consigli molto utili!!!!! Buon inizio settimana gio'

      RispondiElimina
    6. Bellissimo post, molto utile!
      Ciao!

      RispondiElimina
    7. Ottimi consigli soprattutto l'ultimo!!!!!

      RispondiElimina
    8. Complimenti! Hai scritto un ottimo tutorial. Seguendo questi 24 consigli, anche una impedita come me riuscirebbe a portare avanti un progetto di cucito.

      Saro' ben lieta di votarti! Devo far leggere questo post anche a mia madre perche' lei cuce, e anche bene, solo che si distrae troppo e non sempre lo fa con amore con noi che le ronziamo intorno...

      P.S ora ti seguo sul blog, feeds e blogloving!

      Ciao, alex

      RispondiElimina
      Risposte
      1. EHi che bella recensione, grazie Alex Topogina...fammi sapere da tua madre se sono ottimi consigli! un bacio!

        Elimina
    9. Ciao, ti seguo su FB e oggi sono passata dal tuo blog! Ti seguo molto volentieri!!! La tua definizione difficilmente traducibile in italiano è VERISSIMA!!!
      ciao
      Bogomilla

      RispondiElimina
    10. Ciao eccomi qui, ti ho votata, e condivido anche su fb, google e twitter e tutto quello che c'è da condividere... molto bello questo post, hai detto tutto esattamente come andava detto! bye bye Missione Sarta

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Grazie Cara, detto e condiviso da una professionista quale sei è un complimento graditissimo

        Elimina
    11. Ciao Maria, ogni volta che leggo il tuo blog rimango stupita dalla ricchezza e precisione delle informazioni che scrivi. Io ho votato il tuo blog per Grazia ed adesso posterò il link anche nella pagina Pop Mosaic: ti meriti uno straordinario successo per la tua opera di divulgazione! Baci, Suomii/Romina

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Grazie Romina, le tue parole sono super incoraggianti! Mi ricaricano di Energia!

        Elimina
    12. Ciso, bellissimo e utilissimo questo post...lo terro' come una Bibbia.Grazie.

      RispondiElimina
    13. Grazie per i tuoi consigli!!!!

      RispondiElimina
    14. Grazie mille per la tua preziosa guida!
      Sono una ragazza che si è appassionata di questo mondo e finalmente trovo una guida semplice e chiara che non mi mette ansia (perchè quella mi viene sempre quando inizio qualcosa di nuovo).
      Seguirò i tuoi consigli alla lettera!

      RispondiElimina