Follow my blog with Bloglovin Google+ Sewing 101: i punti a mano : impuntura e sopraggitto - Back to SelfCouture

mercoledì 30 gennaio 2013

Sewing 101: i punti a mano : impuntura e sopraggitto

Buonaseraaaaaaa! Prosegue la serie Sewing 101 e oggi proseguiamo a parlare dei punti eseguiti a mano.

Punto Indietro o Impuntura ( Backstitch e Topstitching)

Punto indietro semplice e Impuntura

Si esegue da destra a sinistra. 

Come si esegue : Uscire con l'ago sul diritto del lavoro, a 6 fili verso sinistra  Puntare l'ago 3 fili indietro ( verso destra ), passare sul rovescio e uscire nuovamente sul diritto avanzando ancora di 6 fili.
In questo caso, si parla di punto indietro semplice, perchè i punti sono intervallati da uno spazio regolare.
Sul dritto l'effetto è di una semplice filza, sul rovescio i punti sono leggermente sovrapposti dando solidità e resistenza alla cucitura.


Un'impuntura è, invece, una serie di punti eseguiti senza alcun intervallo.
L'ago viene puntato esattamente dove finisce  il punto precedente.


Lunghezza punto : 3 mm

Perchè: 

  • L'impuntura è il punto più resistente tra quelli eseguiti a mano, una cucitura molto resistente  può essere usata anche al posto di una cucitura fatta a macchina, per unire due tessuti anche molto pesanti.
  • Se i punti sono piccoli e  molto spaziati tra di loro (6-10 mm) possiamo usare la cucitura per applicare le cerniere sul dritto del lavoro ( il punto sarà quasi invisibile );
  • Possiamo usare questo punto, al posto della macchina da cucire, per rinforzare la cucitura di 2 tessuti sul dritto del lavoro eseguendo nel contempo una cucitura decorativa
Un esempio di questa cucitura lo troviamo sui jeans. 

Sul dritto del lavoro si esegue una cucitura che corra parallelamente alla linea di unione dei due tessuti e che comprenda anche i margini di cucitura ripiegati sul rovescio del lavoro ( topstitching).
Di solito si usa un filo robusto di colore contrastante ( cordoncino ). Per eseguire questa impuntura dobbiamo essere dotati di una macchina da cucire con un buon trasporto e con una alzata del piedino che supporti lo spessore del tessuto in questione, ripiegato e quindi più alto del solito ( almeno 6 mm ). Quindi se eseguiamo a mano il lavoro, bypassiamo il problema, anche se ci metteremo più tempo. 


Punto Sopraffilo o Sopraggitto ( Overcast )

Sopraffilo

Si esegue da destra a sinistra.

Come si esegue: Si entra con l'ago nella stoffa dal rovescio verso il dritto del lavoro, a 3 o 4 fili dal bordo. Ripetiamo questa operazione spostandoci verso sinistra di 3 o 4 fili, sempre dal rovescio verso l'interno.
Dobbiamo avere cura di non tirare troppo il filo mentre eseguiamo il punto, in modo da ottenere un bordo piatto e non delle grinze 
antiestetiche.
Perché: E' un punto usato per rifinire un bordo e proteggerlo dallo sfilacciamento.




Se usiamo questo punto per unire due strati di tessuto viene chiamato Sopraggitto.
Il Sopraggitto può essere eseguito obliquamente o dritto:

Sopraggitto dritto
Sopraggitto obliquo





















Accostate i due margini ripiegati dei tessuti e, lavorando dal basso verso l'alto, passate alternativamente sotto due fili del margine ripiegato di un tessuto e sotto due fili del margine ripiegato dell'altro. 
Si formerà così una lisca di pesce.

Perchè :

  • Usiamo questo punto quando vogliamo essere sicuri che i margini uniti rimangano piatti.
  • Quando dobbiamo unire dei bordi difficilmente raggiungibili con la macchina. 

Ad esempio: il modo più semplice per realizzare un cuscino è imbottire una fodera realizzata cucendo due tessuti della stessa forma geometrica. La cucitura viene effettuata sul rovescio del lavoro, quindi con i tessuti da unire dritto contro dritto. Si passano alla macchina tutti i lati della fodera  lasciando però un'apertura, non cucita, che consenta di voltare il lavoro sul dritto. Si imbottisce la fodera dal dritto del lavoro attraverso l'apertura. Si chiude l'apertura con una cucitura finale eseguita sul dritto del lavoro con un sopraggitto. 


Alla prossima puntata di Sewing 101!









1 commento:

  1. mamma mia quane cose devo imparare ! piano piano ....


    ave

    RispondiElimina